freezer burn

Come sempre, dal barbecue ti avanza molta carne e l’unica soluzione è congelare quella che non hai cotto o mangiato. Ma qual è il segreto per congelare gli alimenti in modo da evitare che la carne venga bruciata dal ghiaccio? Si possono consumare gli alimenti colpiti dal fenomeno del “freezer burn”? Cos’è esattamente?

La bruciatura da freddo è un fenomeno che avviene quando gli alimenti congelati perdono umidità in superficie. Se l’alimento non è confezionato ermeticamente, l’aria penetra al suo interno e lo disidrata. La superficie che è entrata in contatto con l’aria assume un colore grigiastro. Il fenomeno può essere dovuto anche alle oscillazioni di temperatura durante il trasporto, e sempre a causa di un confezionamento non corretto.

Partiamo però dalle buone notizie: anche se quella colorazione grigiastra non è invitante e ti può far pensare che l’alimento non sia più commestibile, in realtà indica solo che l’alimento ha perso parte della sua umidità originaria. È un effetto simile a quello che noti se lasci per troppo tempo fuori dal frigo una fetta di prosciutto: ogni alimento che contiene acqua tende a perdere umidità a contatto dell’aria esterna e assume un aspetto scuro e poco allettante. Perciò, anche se la bruciatura da freddo non è bella da vedere, non pregiudica la sicurezza degli alimenti, una volta cotti.

Il confezionamento è fondamentale per evitare la bruciatura da freddo

In generale, è vero che se l’alimento congelato contiene acqua non rischia di perdere umidità, perché l’acqua congela al suo interno solidificandosi. Eppure gli alimenti congelati possono disidratarsi. Avrai forse notato che, anche se il ghiaccio non si scioglie alla normale temperatura dei congelatori (-18 °C), a volte però scompare!

Non è un mistero come sembra: un effetto simile si osserva riscaldando i cristalli di iodio. Con il calore lo iodio sublima, cioè passa direttamente dallo stato solido allo stato gassoso. Lo stesso avviene al ghiaccio nel congelatore.

La soluzione: ridurre al minimo lo spazio libero confezionando gli alimenti in un involucro aderente e impermeabile al vapore acqueo (es. un sacchetto gelo). Così facendo, l’alimento congelato non perderà umidità.

Perciò, confeziona bene i tuoi alimenti da congelare per poterli gustare in tutta la loro qualità e freschezza anche dopo diversi mesi.

Ti è mai capitato il fenomeno del “freezer burn”? Scrivici e raccontaci la tua esperienza utilizzando la sezione per i commenti sotto il post.