Di tanto in tanto è necessario pulire l’interno del frigo, soprattutto perché i microorganismi possono moltiplicarsi nonostante le basse temperature. Nel post di oggi ti spieghiamo cosa è importante tenere a mente quando decidi di pulire il tuo frigo.

Prima o poi tutti i frigoriferi si sporcano: un po’ di marmellata appiccicosa su un ripiano, schizzi di succo o latte sulla controporta… A quel punto è ora di fare un po’ di pulizia! Anche se il frigo non ti sembra sporco, ti consigliamo comunque di pulirlo ogni quattro settimane, visto che ci devi tenere gli alimenti freschi!

Per pulire un frigo non bisogna essere grandi esperti e non servono nemmeno disinfettanti o detergenti specifici: puoi risparmiare usando solo acqua calda con un po’ di detersivo per i piatti.

Cosa fare prima di pulire il frigo

Prima della pulizia, sistema un po’ il contenuto del frigo: fai un inventario delle scorte e metti gli alimenti che vuoi riutilizzare in una borsa termica con delle mattonelle di ghiaccio.

Ricordati sempre di spegnere il frigo e di scollegarlo dalla rete elettrica prima di pulirlo. Se è un frigo da posizionamento libero, spostalo leggermente in avanti o di lato e passa un aspirapolvere sul pavimento sottostante e sulla grossa serpentina nera del condensatore sul retro.
Se hai un combinato senza NoFrost o un frigo con un vano congelatore, devi lasciarlo sbrinare per diverse ore prima di pulirlo.

Pulizia degli accessori

Togli e, se possibile, smonta tutte le parti asportabili: ripiani, cassetti, divisori. Lava tutti questi elementi nel lavello con acqua calda e un po’ di detersivo per i piatti o di detergente con pH neutro. Pulisci le guide telescopiche con un panno umido. Il grasso presente nelle scanalature delle guide serve per lubrificarle e non deve essere rimosso. Per asciugare usa un panno di cotone.

Pulizia dell’interno

Il modo migliore per pulire il vano interno è usare un panno in microfibra, acqua calda e un po’ di detersivo per i piatti o di detergente con pH neutro. Dopo la pulizia, risciacqua con acqua pulita e asciuga con un panno. Spesso sui siti web consigliano di pulire il frigo con l’aceto: noi ti raccomandiamo di non farlo, perché l’aceto può corrodere la plastica. Evita anche di usare spugne o panni abrasivi o altri materiali aggressivi. È invece importante pulire il frigo regolarmente, meglio se ogni 4-6 settimane. È difficile commettere gravi errori quando si pulisce un frigo; per maggior sicurezza, però, ti diciamo cosa è meglio evitare:

  • Non usare pulitori a vapore
  • Non usare detergenti concentrati
  • Non usare pagliette né spugne o panni abrasivi
  • Non usare detergenti abrasivi o aggressivi contenenti sabbia, cloruri o acidi
  • Non danneggiare o rimuovere la targhetta dati nel vano interno
  • Non far penetrare l’acqua di pulizia nella canaletta di scarico, nelle griglie di aerazione o nei componenti elettrici
pulire il frigo

Per la pulizia del frigo non è necessario usare costosi disinfettanti o detergenti specifici; bastano acqua calda e detersivo per i piatti.

Pulizia dell’esterno

Una corretta pulizia dipende dal materiale delle varie parti esterne del frigo.

Esterno in plastica: usa un po’ di acqua tiepida e di detersivo per i piatti.

Porte in acciaio inox: la finitura SmartSteel richiede una pulizia delicata. Usa un panno morbido e pulito. In caso di sporco ostinato, usa un po’ di acqua o un detergente con pH neutro. N.B.: non usare detergenti per acciaio inox sulle superfici SmartSteel perché potrebbero danneggiare la finitura.

Pannelli laterali in acciaio inox: se i pannelli laterali sono sporchi, pulisci con un detergente per acciaio inox. Applica il prodotto su un panno morbido di cotone e pulisci i pannelli seguendo la grana dell’acciaio. Elimina ogni residuo di detergente con acqua tiepida e passa sulla superficie asciutta un lucidante, seguendo sempre la grana dell’acciaio.

Pannelli laterali verniciati: usa un panno morbido e pulito. In caso di sporco ostinato, usa un po’ di acqua o un detergente con pH neutro.

Dopo la pulizia

Dopo aver pulito e asciugato tutte le parti del frigo, ricollegalo alla rete elettrica e riaccendilo. Se prevista, attiva la funzione SuperFrost per raggiungere rapidamente la temperatura desiderata. Una volta che il frigo sia sufficientemente freddo, rimetti dentro gli alimenti. Ora avrai un frigo pulito e ti sentirai più tranquillo se devi conservare e preparare degli alimenti freschi!


Commenti


Lascia un commento