conservazione del vino

Gli esperti dicono che bisogna conservare il vino in un ambiente fresco e buio. Ma qual è il motivo? E cosa succede se non viene seguita questa regola?

L’invecchiamento o maturazione del vino in bottiglia è qualcosa di misterioso. Fatta eccezione per qualche milligrammo di zolfo, il vino non contiene conservanti, eppure si conserva per anni, a volte decenni, senza deteriorarsi. Anzi, una lunga conservazione può addirittura migliorare la qualità del vino! Ma non si può generalizzare, perché i vini ottimi da gustare anche dopo un centinaio di anni sono rare eccezioni. Con il passare del tempo, la maggior parte dei vini prodotti per il consumo quotidiano mantengono le loro caratteristiche ma non migliorano.

C’è però una regola che vale per tutti: più bassa è la temperatura di conservazione, più lento è l’invecchiamento. La velocità di maturazione può essere calcolata con l’equazione di van ‘t Hoff sulle reazioni biochimiche (del resto, cos’è la maturazione del vino se non un processo chimico?). In base a questa equazione, un aumento di temperatura di 10 °C raddoppia o triplica la velocità di maturazione. Questo è vero nella teoria.

Ma cosa accade in pratica? La temperatura di conservazione influisce davvero sul gusto del vino? L’Istituto di ricerca alimentare norvegese ha cercato di scoprirlo con un esperimento: varie bottiglie identiche di un Cabernet Sauvignon cileno sono state conservate a quattro diverse temperature (5 °C, 10 °C, 23 °C e 31 °C) e assaggiate regolarmente dagli esperti. Dopo 6 settimane non c’era praticamente nessuna differenza tra le bottiglie, ma dopo 6 mesi nel vino conservato a 31 °C erano evidenti i segni dell’invecchiamento e la perdita dell’aroma fruttato. Dopo 12 mesi questi effetti comparivano anche nel vino conservato a 23 °C, cioè la normale temperatura ambiente.

Da questo esperimento si deduce che il portabottiglie in cucina va benissimo se devi conservare i vini per qualche giorno o qualche settimana. Ma se vuoi che i tuoi vini mantengano le loro qualità per diversi mesi, devi conservarli in cantina a una temperatura di 10-14 °C. Un’ottima alternativa alla cantina tradizionale è la cantina climatizzata.

conservazione del vino

Le cantine climatizzate offrono condizioni analoghe a quelle di una cantina tradizionale. Sopra: la cantina climatizzata WKEes 553

Clicca qui per leggere la seconda parte del post!

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla nostra newsletter! Clicca qui


Commenti


Lascia un commento